QUALI SONO GLI EFFETTI DELLO SMOG SULLA SALUTE?

Lo smog provoca danni alla salute ed è stato inserito dall’Organizzazione Mondiale della Sanità nella lista degli agenti cancerogeni. Secondo uno studio della European Environment Agency (2016) in Italia muoiono 91mila persone a causa dello smog.

Gli effetti dell’inquinamento atmosferico sulla salute possono essere “acuti” o “cronici”. I primi si manifestano a seguito di picchi giornalieri di esposizione, ad uno o pochi giorni di distanza, mentre i secondi si manifestano dopo esposizioni prolungate nel tempo. Molti studi di comunità hanno dimostrato una significativa associazione fra inquinamento atmosferico in eccesso e una serie di disturbi e patologie.

INQUINANTI ED EFFETTI SULLA SALUTE

Polveri sottili – PM10 e PM2,5
Le diciture PM10 e PM2,5 si riferiscono al diametro delle particelle: più le particelle sono piccole e più sono dannose per la salute. Le conseguenze sulla salute riguardano soprattutto l’apparato cardio-respiratorio e cerebro-vascolare.

Ossidi di azoto – NOx
Sono gas nocivi per la salute ed essendo più densi rispetto all’aria tendono a rimanere concentrati a livello del suolo. Esercitano un’azione irritante sulla mucosa degli occhi, del naso e della gola e sono responsabili di specifiche patologie a carico dell’apparato respiratorio (bronchiti e irritazioni).

Ammoniaca – NH3
É un gas incolore, dall’odore pungente e molto forte, irritante e tossico. Svolge un effetto altamente tossico se disciolta nel sangue perché può formare emboli gassosi.

Composti organici volatili – COV
I COV di natura antropica sono una famiglia che comprende diversi composti chimici nocivi: clorofluorocarburi, benzene, cloruro di metilene, percloroetilene, formaldeide, ecc. Ad alte concentrazioni possono provocare alterazioni a carico del sistema nervoso centrale. Alcuni di essi sono riconosciuti cancerogeni per l’uomo (benzene).

Ozono – O3
A causa del suo forte potere ossidante è in grado di attaccare i tessuti dell’apparato respiratorio anche a basse concentrazioni, provocando irritazione a occhi, naso e gola, con riduzione della funzionalità polmonare.

CONSIGLI PRATICI PER DIFENDERSI DALLO SMOG INVERNALE

Particolarmente utili per i bambini, gli anziani e le persone con malattie respiratorie e/o cardiache anche lievi.

1. Limita l’attività fisica nei luoghi a maggiore concentrazione di polveri sottili (strade trafficate), privilegiando invece, parchi, giardini e aree verdi.

2. Utilizza carrozzine e passeggini di altezza superiore ai 30/50 cm dal suolo. Evita, se possibile, ai bambini esposizioni all’aria aperta nelle giornate di picco degli inquinanti.

3. Non collocare le prese d’aria dei climatizzatori verso le strade ad intenso traffico veicolare.

4. Non fumare in ambienti chiusi e in presenza di altre persone.

CONSIGLI PRATICI PER DIFENDERSI DALLO SMOG ESTIVO

Particolarmente utili per i bambini, gli anziani e le persone con malattie respiratorie.

1. Limita la permanenza all’aria aperta soprattutto nelle ore più calde della giornata, quando sono più elevate le concentrazioni di ozono (dalle 13.00 alle 16.00).

2. Integra la dieta con alimenti ricchi di vitamina C (agrumi, ribes, fragole, frutta in genere, pomodori, peperoni, patate, verdure fresche), di vitamina E (germogli di grano, semi di girasole) e oligoelementi (pesce e crusca).

APPROFONDIMENTI

ASSESSORATO ALL'AMBIENTE,
POLITICHE ENERGETICHE E VERDE PUBBLICO
SERVIZIO ECOLOGIA E AMBIENTE